mercoledì, Febbraio 21, 2024
Google search engine
HomeUncategorizedLes Grands Chais de France: il giro d'affari in Italia sfiora gli...

Les Grands Chais de France: il giro d’affari in Italia sfiora gli 8 milioni di euro

Famille Helfrich, a capo del gruppo Les Grands Chais de France, sfiora gli 8 milioni di euro nel mercato italiano sotto la regia della country manager emiliana Romina Romano. Il gruppo fondato e guidato da Joseph Helfrich continua infatti la sua ascesa in Horeca e GDO.
Nel 2023 il giro d’affari in Italia ha superato i 7 milioni e 800 mila euro, contro i 5.600.000 euro del 2021 e segnando un +17,82% rispetto al 2022. Crescono anche i volumi: oltre 1 milione e 300.000 bottiglie vendute nel 2023 con un + 7,83% rispetto all’anno precedente.
Con il supporto di Romina Romano, negli ultimi 6 anni, –  che vende nel mondo 1 bottiglia su 4 di vino francese – ha sviluppato una capillare presenza sul nostro territorio in ristorazione, hôtellerie ed enoteche ma anche nelle principali piattaforme di vendita online, e nella grande distribuzione di alto posizionamento.
«La tendenza verso una crescente attenzione alla sostenibilità ha sicuramente aiutato la crescita delle vendite dei vini delle nostre proprietà nel mercato italiano – spiega Romina Romano – la famiglia Helfrich è molto attenta all’approccio green, tutte le nostre cantine sono certificate HVE e in gran parte anche biologiche. Le nostre 71 proprietà nelle aree più vocate della Francia e le recenti acquisizioni di Cile e Sudafrica ci consentono di proporre ai nostri clienti una gamma sempre più completa con la facilità commerciale e amministrativa di avere un unico fornitore e quindi un unico interlocutore. Oggi siamo forse il gruppo più forte sul mercato mondiale, presente in ben 178 Paesi».

A trainare verso l’alto i consumi è anche il crescente interesse per i Crémant ma anche per aree meno conosciute come la Loira.
«Tutti i crémant di qualsiasi regione francese, dall’Alsazia alla Borgogna, sono in forte crescita – spiega Romina Romano -. L’Italia si conferma uno dei Paesi che ama di più la bollicina metodo classico e questo è per me una grande fortuna essendo Les Grands Chais de France il primo produttore di metodo classico francese al di fuori della Champagne».

E se Borgogna e Bordeaux continuano a far sognare i wine lover italiani, è in ascesa – seppur con un trend stagionale – anche la Provenza: «La Provenza con i suoi rosé eleganti e leggeri comincia a prendere piede in Italia, i vini rosé riscuotono successo per il basso indice alcolico e la loro bevuta facile e fresca soprattutto durante i periodi caldi, dalla primavera all’estate».

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine
Google search engine

Most Popular

Recent Comments